IL Coraggio della Paura

Angelo era un contadino si era sposato tardi per via della guerra, quella del 1915/18.

Arrivo’ anche per lui quel giorno che gli cambio’ la vita e gli rubo’ i suoi sogni.Tutto da quel momento prese una diversa dimensione tutto quello che aveva davanti agli occhi prese un significato diverso.Qualcosa era cambiato, era la paura di non tornare e lasciare tutto quello che aveva , la sua famiglia i suoi affetti i suoi amici.

Aveva paura di lasciare anche Santa,la sua giovane innamorata che promise di aspettarlo.

Il Coraggio di avere paura, l’ammissione delle proprie debolezze  come strumento per combatterle. La vita dura e pericolosa della trincea, dove ogni minuto può essere fatale, lo cambia e gli fa scoprire i lati più barbari del genere umano.L’amicizia con Beppe viene rivalutata e rivista in chiave filosofica. Infatti due persone che prima non si frequentavano pur essendo dello stesso paese ,scoprono in situazioni esterme che sono reciprocamente l’unico legame che hanno con la loro terra.

Santa lo attende senza non poche difficoltà, ora presa da mille dubbi di chi aspetta forse invano,ora fortificata dalle sue convinzioni.

È una storia d’amore  all’ombra delle trincee,una storia che odora di fango e polvere da sparo,una storia contro le guerre di tutte le epoche, una storia antica ma tristemente attuale, ma rimane solo una storia.

“IL CORAGGIO DELLA PAURA”

IL NUOVO ROMANZO DI MASSIMO  PESCARA

IN USCITA PROSSIMAMENTE ED.KUBERA EDIZIONI

Ho scritto questa storia con partecipazione emotiva come non mi sarei mai aspettato.È stato come vivere una seconda vita attraverso gli occhi del protagonista e con lui mi sono emozionato,gioito e pianto.

È vero scrivere una storia è come vivere una seconda vita che ti porta a capire quanto sia sottile il confine tra fortuna e capacità. La sfortuna di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato vanifica ogni cosa .

Angelo vive la vita di trincea attimo per attimo come fosse sempre l’ultimo, ma non perdendo la speranza di rivedere Santa .